ico

WorldSBK MOTUL Portuguese Round: Rea risponde e vince Gara 2, i pneumatici posteriori in mescola SC0 permettono gare piene di azione

04.10.2021

La Tissot Superpole Race, gareggiata su pneumatici Rain, vede la prima vittoria BMW dal 2012 con Michael van der Mark mentre Jonathan Rea trionfa in Gara 2. A Steven Odendaal il gradino alto del podio in WorldSSP, Adrian Huertas in WorldSSP300

Un irraggiungibile Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK / Kawasaki ZX-10RR) risponde ai suoi rivali nel miglior modo possibile e porta a casa la vittoria di Gara 2 del MOTUL Portuguese Round, che si conclude oggi presso l’Autódromo Internacional do Algarve. Il Campione del Mondo accorcia la distanza dal leader della classifica Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha with BRIXX WorldSBK / Yamaha YZF R1) a soli 24 lunghezze e la stagione 2021 del Campionato Mondiale MOTUL FIM Superbike si fa più intensa che mai.

Nella WorldSBK Tissot Superpole Race, che si è corsa su un circuito semi bagnato, trionfa l’olandese Michael van der Mark (BMW Motorrad WorldSBK Team / BMW M 1000 RR) che porta la sua BMW sul gradino alto del podio per la prima volta dal 2012. Completano entrambi i podi della giornata di domenica le Ducati del pilota ufficiale Scott Redding (ARUBA.IT Racing - Ducati / Ducati Panigale V4 R) in seconda posizione e della wild card Loris Baz (Team GOELEVEN / Ducati Panigale V4 R) in terza.

Il circus del WorldSBK fa rotta in Argentina per il penultimo round stagionale: Toprak è ancora il leader nella Classifica di Campionato a 24 punti di vantaggio da Jonathan Rea e a 54 da Scott Redding. Oggi si conclude anche il Campionato Europeo della classe WorldSSP che vede trionfare l’italiano Kevin Manfredi (Altogo Racing Team / Yamaha YZF R6), mentre la rincorsa al titolo iridato del Campionato Mondiale è ancora aperta.

 

Anche la domenica del weekend di gara a Portimão è motivo di grande soddisfazione da parte di Pirelli. I pneumatici utilizzati nelle classi Superbike e Supersport nelle gare lunghe, tutti in mescola SC1 all’anteriore e SC0 al posteriore, hanno permesso gare piene di spettacolo, combattimenti dalla prima all’ultima curva e migliori tempi registrati negli ultimi giri di gara. Allo stesso modo, le tre soluzioni di pneumatici Rain utilizzati nella WorldSBK Tissot Superpole Race, che si è corsa su un tracciato in fase di asciugatura, hanno permesso un’avvincente gara breve ed una classifica inedita capitanata da Michael van der Mark, che ha consegnato la prima vittoria alla casa bavarese dopo oltre nove anni. Questa è un ulteriore conferma delle ottime prestazioni di questi prodotti anche su circuiti molto impegnativi come l’Autódromo Internacional Do Algarve di Portimão che sottopone i pneumatici ad uno stress particolarmente elevato.

WorldSBK Tissot Superpole Race:

A seguito della pioggia che si è abbattuta su Portimão durante le sessioni di warm up, il circuito di Algarve si è presentato in fase di asciugatura ed ha messo a dura prova le scelte dei team sul fronte pneumatici. Tutti i piloti sono scesi in griglia con pneumatici da bagnato e la WorldSBK Tissot Superpole Race ha preso il via regolarmente alle 11:00 del mattino. Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK / Kawasaki ZX-10RR) ha la migliore partenza fra tutti e prende il comando di gara, ma nel corso del primo giro scivola ed è costretto a ritirarsi. Scott Redding (ARUBA.IT Racing - Ducati / Ducati Panigale V4 R) è il nuovo leader, seguito da Michael van der Mark (BMW Motorrad WorldSBK Team / BMW M 1000 RR), Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha with BRIXX WorldSBK / Yamaha YZF R1) e Loris Baz (Team GOELEVEN / Ducati Panigale V4 R). L’olandese portacolori BMW nel corso della prima metà di gara mostra un passo nettamente superiore agli avversari, fa segnare il Best Lap e prende il comando di gara; al contrario Razgatlioglu non riesce a trovare il ritmo e retrocede di cinque posizioni. In seconda posizione Redding, alle sue spalle Loris Baz e Leon Haslam (Team HRC / Honda CBR1000 RR-R) si giocano il podio, mentre Andrea Locatelli (Pata Yamaha with BRIXX WorldSBK / Yamaha YZF R1) e Álvaro Bautista (Team HRC / Honda CBR1000 RR-R) si contendono la quinta posizione. Michael van der Mark non sbaglia un colpo negli ultimi giri e conquista la sua prima vittoria stagionale, la prima per la casa dell’elica dalla stagione 2012, con un vantaggio di oltre cinque secondi da Scott Redding e di oltre sette secondi da Loris Baz, che celebra il suo secondo podio in questo weekend da wild card.

 

Classifica Tissot Superpole Race:

  1. M. van der Mark (BMW Motorrad WorldSBK Team / BMW M 1000 RR)
  2. S. Redding (ARUBA.IT Racing - Ducati / Ducati Panigale V4 R)
  3. L. Baz (Team GOELEVEN / Ducati Panigale V4 R)
  4. A. Locatelli (Pata Yamaha with BRIXX WorldSBK / Yamaha YZF R1)
  5. Á. Bautista (Team HRC / Honda CBR1000 RR-R)
  6. T. Razgatlioglu (Pata Yamaha with BRIXX WorldSBK / Yamaha YZF R1)
  7. A. Bassani (Motocorsa Racing / Ducati Panigale V4 R)
  8. G. Gerloff (GRT Yamaha WorldSBK Team / Yamaha YZF R1)
  9. E. Laverty (BMW Motorrad WorldSBK Team / BMW M 1000 RR)
  10. I. Viñales (ORELAC Racing VERDNATURA / Kawasaki ZX-10RR)
  11. L. Mercado (MIE Racing HONDA Team / Honda CBR1000 RR-R)
  12. S. Cavalieri (Barni Racing Team / Ducati Panigale V4 R)
  13. J. Folger (Bonovo MGM Racing / BMW M 1000 RR)
  14. T. Rabat (Kawasaki Puccetti Racing / Kawasaki ZX-10RR)
  15. G. Ruiu (B-Max Racing Team / BMW M 1000 RR)
  16. C. Ponsson (Gil Motor Sport-Yamaha / Yamaha YZF R1)
  17. L. Epis (OUTDO TPR Team Pedercini Racing / Kawasaki ZX-10RR)
  • Rt. M. Rinaldi (ARUBA.IT Racing - Ducati / Ducati Panigale V4 R)
  • Rt. L. Haslam (Team HRC / Honda CBR1000 RR-R)
  • Rt. K. Nozane (GRT Yamaha WorldSBK Team / Yamaha YZF R1)
  • Rt. L. Cresson (OUTDO TPR Team Pedercini Racing / Kawasaki ZX-10RR)
  • Rt. J. Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK / Kawasaki ZX-10RR)

 

WorldSBK Gara 2:

Scott Redding (ARUBA.IT Racing - Ducati / Ducati Panigale V4 R) dalla seconda casella si posiziona al comando di gara, seguito dalle Yamaha ufficiali di Andrea Locatelli (Pata Yamaha with BRIXX WorldSBK / Yamaha YZF R1) e Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha with BRIXX WorldSBK / Yamaha YZF R1), e da Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK / Kawasaki ZX-10RR), che ha la migliore partenza fra tutti ed in un solo giro passa dalla decima casella in griglia alla quarta posizione. Il campione del mondo in carica continua l’ottimo passo e dopo aver avuto la meglio sulle Yamaha in rettilineo, passa subito all’attacco su Scott Redding per la leadership di gara e ci riesce nel corso del quarto giro. Redding perde una posizione a favore di Razgatlioglu, mentre al quarto posto c’è Andrea Locatelli che chiude un compattissimo quartetto di testa. Il portacolori Ducati, in terza posizione, aumenta il passo e cerca di raggiungere il leader di campionato, che al decimo giro scivola rovinosamente sulla ghiaia a causa di un problema tecnico. Rea riesce dunque ad accumulare un vantaggio di oltre due secondi da Scott Redding, segue la battaglia per la terza posizione tra Loris Baz (Team GOELEVEN / Ducati Panigale V4 R) e Álvaro Bautista (Team HRC / Honda CBR1000 RR-R), e sarà il francese ad avere la meglio e salire ancora una volta sul podio. Taglia il traguardo in seconda posizione Scott Redding, mentre Jonathan Rea risponde ai suoi rivali con una performance eccezionale e conquista la sua prima vittoria in una gara lunga dal round di Assen.

 

Classifica WorldSBK Gara 2:

  1. J. Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK / Kawasaki ZX-10RR)
  2. S. Redding (ARUBA.IT Racing - Ducati / Ducati Panigale V4 R)
  3. L. Baz (Team GOELEVEN / Ducati Panigale V4 R)
  4. A. Locatelli (Pata Yamaha with BRIXX WorldSBK / Yamaha YZF R1)
  5. G. Gerloff (GRT Yamaha WorldSBK Team / Yamaha YZF R1)
  6. M. van der Mark (BMW Motorrad WorldSBK Team / BMW M 1000 RR)
  7. M. Rinaldi (ARUBA.IT Racing - Ducati / Ducati Panigale V4 R)
  8. L. Haslam (Team HRC / Honda CBR1000 RR-R)
  9. A. Bassani (Motocorsa Racing / Ducati Panigale V4 R)
  10. E. Laverty (BMW Motorrad WorldSBK Team / BMW M 1000 RR)
  11. L. Mercado (MIE Racing HONDA Team / Honda CBR1000 RR-R)
  12. I. Viñales (ORELAC Racing VERDNATURA / Kawasaki ZX-10RR)
  13. K. Nozane (GRT Yamaha WorldSBK Team / Yamaha YZF R1)
  14. C. Ponsson (Gil Motor Sport-Yamaha / Yamaha YZF R1)
  15. J. Folger (Bonovo MGM Racing / BMW M 1000 RR)
  16. S. Cavalieri (Barni Racing Team / Ducati Panigale V4 R)
  • Rt. Á. Bautista (Team HRC / Honda CBR1000 RR-R)
  • Rt. T. Razgatlioglu (Pata Yamaha with BRIXX WorldSBK / Yamaha YZF R1)
  • Rt. T. Rabat (Kawasaki Puccetti Racing / Kawasaki ZX-10RR)
  • Rt. G. Ruiu (B-Max Racing Team / BMW M 1000 RR)
  • Rt. L. Epis (OUTDO TPR Team Pedercini Racing / Kawasaki ZX-10RR)
  • Rt. L. Cresson (OUTDO TPR Team Pedercini Racing / Kawasaki ZX-10RR)

 

WorldSSP Gara 2:

Sotto un ritrovato cielo azzurro, WorldSSP Gara 2 prende il via alle 12:30 di domenica. Jules Cluzel (GMT94 Yamaha / Yamaha YZF R6) è sin da subito il leader di gara, tallonato da Dominique Aegerter (Ten Kate Racing Yamaha / Yamaha YZF R6), Niki Tuuli (MV Agusta Corse Clienti / MV Agusta F3 675) e Steven Odendaal (Evan Bros. WorldSSP Yamaha Team / Yamaha YZF R6) che chiude il quartetto iniziale. Le carte continuano a rimescolarsi nella prima metà di gara grazie ad un susseguirsi di sorpassi e scie nel gruppetto di testa, al quale si aggiungono Raffaele de Rosa (Orelac Racing VerdNatura / Kawasaki ZX-6R) e Manuel Gonzalez (Yamaha ParkinGo Team / Yamaha YZF R6). Nella seconda metà di gara il gruppo iniziale è ancora compatto e formato da otto piloti – il quintetto di testa racchiuso da meno di un secondo di distanza - e continua la lotta per le posizioni da podio. Il portacolori di MV Agusta dalla sesta posizione fa segnare l’ennesimo giro veloce con un 1’44.910 a quattro giri dalla bandiera a scacchi, ma una scivolata lo costringe al ritiro e fa andare largo Aegerter che perde qualche posizione. Sarà Federico Caricasulo (Biblion Iberica Yamaha Motoxracing / Yamaha YZF R6) al giro successivo a registrare il tempo migliore di tutti nel corso della gara. Stevan Odendaal riesce a mantenere il comando per gli ultimi giri, taglia la bandiera a scacchi per primo dopo una spettacolare gara, a unidici millesimi di vantaggio sul secondo classificato Jules Cluzel e tre decimi sul terzo posto di Federico Caricasulo.

 

Classifica WorldSSP Gara 2:

  1. S. Odendaal (Evan Bros. WorldSSP Yamaha Team / Yamaha YZF R6)
  2. J. Cluzel (GMT94 Yamaha / Yamaha YZF R6)
  3. F. Caricasulo (Biblion Iberica Yamaha Motoxracing / Yamaha YZF R6)
  4. M. Gonzalez (Yamaha ParkinGo Team / Yamaha YZF R6)
  5. D. Aegerter (Ten Kate Racing Yamaha / Yamaha YZF R6)
  6. Y. Montella (GMT94 Yamaha / Yamaha YZF R6)
  7. R. Krummenacher (CM Racing / Yamaha YZF R6)
  8. P. Oettl (Kawasaki Puccetti Racing / Kawasaki ZX-6R)
  9. P. Sebestyen (Evan Bros. WorldSSP Yamaha Team / Yamaha YZF R6)
  10. C. Oncu (Kawasaki Puccetti Racing / Kawasaki ZX-6R)
  11. K. Manfredi (Altogo Racing Team / Yamaha YZF R6)
  12. D. Martinez (WRP Wepol Racing / Yamaha YZF R6)
  13. H. Soomer (Kallio Racing / Yamaha YZF R6)
  14. R. De Rosa (Orelac Racing VerdNatura / Kawasaki ZX-6R)
  15. P. Hobelsberger (Bonovo MGM Racing / Yamaha YZF R6)
  16. F. Fuligni (VFT Racing / Yamaha YZF R6)
  17. M. Brenner (VFT Racing / Yamaha YZF R6)
  18. O. Vostatek (IXS-YART Yamaha / Yamaha YZF R6)
  19. V. Takala (Kallio Racing / Yamaha YZF R6)
  20. B. Van Eerde (IXS-YART Yamaha / Yamaha YZF R6)
  21. H. Pratama (Ten Kate Racing Yamaha / Yamaha YZF R6)
  22. S. Frossard (Moto Team Jura Vitesse / Yamaha YZF R6)
  23. M. Herrera (Biblion Iberica Yamaha Motoxracing / Yamaha YZF R6)
  24. L. Montella (Chiodo Moto Racing / Yamaha YZF R6)
  • Rt. L. Taccini (Orelac Racing VerdNatura / Kawasaki ZX-6R)
  • Rt. G. van Straalen (EAB Racing Team / Yamaha YZF R6)
  • Rt. U. Orradre (Yamaha MS Racing / Yamaha YZF R6)
  • Rt. N. Tuuli (MV Agusta Corse Clienti / MV Agusta F3 675)
  • Rt. E. Montero (DK Motorsport / Yamaha YZF R6)
  • Rt. P. Barbosa (G.A.P. MOTOZOO Racing by Puccetti / Kawasaki ZX-6R)

 

WorldSSP300 Gara 2:

Alle ore 15:15 locali ha preso il via l’ultima gara stagionale della classe WorldSSP300. Taglia il traguardo per primo il neo Campione del Mondo Adrian Huertas (MTM Kawasaki / Kawasaki Ninja 400), seguito da Tom Booth-Amos (Fusport - RT Motorsports by SKM - Kawasaki / Kawasaki Ninja 400) e dalla Yamaha di Bahattin Sofuoglu (Biblion Yamaha Motoxracing / Yamaha YZF-R3).

 

Le soluzioni Pirelli scelte dai piloti per Tissot Superpole Race, WorldSBK Gara 2 e WorldSSP Gara 2:

Nonstante le condizioni metereologiche piuttosto ingannevoli, per la Tissot Superpole Race tutti i piloti in griglia hanno scelto di gareggiare con pneumatici da bagnato. All’anteriore l’intera griglia ha utilizzato l’unica soluzione disponibile, la Diablo Rain di gamma SCR1 (opzione R), mentre al posteriore i piloti hanno potuto effettuare una scelta. La soluzione di sviluppo X1251 (RA) ha raccolto le preferenze di quattordici piloti in pista, mentre Michael van der Mark, Álvaro Bautista, Leon Haslam, Andrea Locatelli, Eugene Laverty, Loris Cresson, Jonas Folger ed Lachlan Epis hanno preferito utilizzare la SCR1 di gamma (opzione RB).

In WorldSBK Gara 2 la maggioranza della griglia conferma la scelta pneumatici del giorno precedente, mentre quattro piloti effettuano dei cambiamenti. Andrea Locatelli e Axel Bassani passano dalla SC1 di gamma alla SC1 di sviluppo A0674 (opzione A), che diviene così la scelta anteriore più popolare. Per quanto riguarda il posteriore, Michael Ruben Rinaldi e Axel Bassani cambiano con la SC0 di sviluppo A0415 (opzione C), mentre la soluzione più utilizzata rimane la SC0 di gamma (opzione B).

Infine per quanto riguarda la Gara 2 in WorldSSP, all’anteriore sedici piloti hanno deciso di gareggiare sulla soluzione morbida di gamma SC1 (opzione B), mentre il resto della griglia ha optato per la soluzione di sviluppo SC1 in specifica A0460 (opzione A). Nessun divergenza sulla scelta del pneumatico posteriore, tutti i piloti in griglia hanno utilizzato la soluzione SC0 di gamma (opzione A).

 

Le statistiche Pirelli per WorldSBK Tissot Superpole Race:

  • Vincitore del PIRELLI BEST LAP AWARD: Michael van der Mark (BMW Motorrad WorldSBK Team / BMW M 1000 RR) in 1'54.895 al 5° giro
  • Soluzione anteriore più utilizzata: Rain SCR1 di gamma (22 su 22 piloti)
  • Soluzione posteriore più utilizzata: Rain di sviluppo X1251 (14 su 22 piloti)
  • Velocità massima raggiunta dagli pneumatici Pirelli DIABLO™ Superbike in gara: 292,9 km/h, realizzata da Loris Baz (Team GOELEVEN / Ducati Panigale V4 R) al 4° giro
  • Numero di soluzioni (asciutto, intermedia e bagnato) per la classe Superbike: 5 anteriori e 7 posteriori
  • Numero di pneumatici a disposizione di ogni pilota Superbike: 68, 33 anteriori e 35 posteriori
  • Temperatura aria: 20° C
  • Temperatura asfalto: 25° C

Le statistiche Pirelli per WorldSBK Gara 2:

  • Vincitore del PIRELLI BEST LAP AWARD: Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK / Kawasaki ZX-10RR) in 1'41.309 al 8° giro
  • Soluzione anteriore più utilizzata: SC1 di sviluppo A0674 (12 su 22 piloti)
  • Soluzione posteriore più utilizzata: SC0 di gamma (14 su 22 piloti)
  • Velocità massima raggiunta dagli pneumatici Pirelli DIABLO™ Superbike in gara: 315,9 km/h, realizzata da Álvaro Bautista (Team HRC / Honda CBR1000 RR-R) al 13° giro
  • Numero di soluzioni (asciutto, intermedia e bagnato) per la classe Superbike: 5 anteriori e 7 posteriori
  • Numero di pneumatici a disposizione di ogni pilota Superbike: 68, 33 anteriori e 35 posteriori
  • Temperatura aria: 22° C
  • Temperatura asfalto: 36° C

Le statistiche Pirelli per WorldSSP Gara 2:

  • Vincitore del PIRELLI BEST LAP AWARD: Federico Caricasulo (Biblion Iberica Yamaha Motoxracing / Yamaha YZF R6) in 1'44.910 al 15° giro
  • Soluzione anteriore più utilizzata: SC1 di gamma (16 su 30 piloti)
  • Soluzione posteriore più utilizzata: SC0 di gamma (30 su 30 piloti)
  • Velocità massima raggiunta dagli pneumatici Pirelli DIABLO™ Superbike in gara: 279,3 km/h, realizzata da Dominique Aegerter (Ten Kate Racing Yamaha / Yamaha YZF R6) al 16° giro
  • Numero di soluzioni (asciutto, intermedia e bagnato) per la classe Supersport: 5 anteriori e 4 posteriori
  • Numero di pneumatici a disposizione di ogni pilota Supersport: 43, 25 anteriori e 18 posteriori
  • Temperatura aria: 21° C
  • Temperatura asfalto: 32° C





















20 di 31 News (1 - 20)

gommadiretto.it - un'offerta da Delticom AG